La Asl di Caserta ha inviato un alert ai distretti sanitari del territorio segnalando la necessità di intervenire in 26 comuni per far fronte all'aumento dei contagi da coronavirus registrato nella settimana tra il 22 e il 28 febbraio. La misura di contenimento individuata è la chiusura degli esercizi non essenziali o una riduzione oraria, nonché la sospensione dell'attività didattica in presenza nelle scuole, comunque già sospesa dall'ordinanza regionale firmata dal governatore Vincenzo De Luca lo scorso 27 febbraio.

La Asl invita i direttori dei distretti sanitari ad "attivarsi per le dovute comunicazioni con i sindaci di afferenza al fine di porre in essere gli adempimenti previsti".

I 26 comuni individuati in "fascia rossa" sono Arienzo, Calvi Risorta, Casaluce, Casapulla, Castel Morrone, Cervino, Conca della Campania, Grazzanise, Letino, Macerata Campania, Maddaloni, Marzano Appio, Mignano Montelungo, Parete, Pietramelara, Roccamonfina, Roccaromana, San Cipriano d'Aversa, San Felice a Cancello, San Marco Evangelista, San Prisco, Santa Maria Capua Vetere, Santa Maria la Fossa, Succivo, Valle di Maddaloni e Villa Literno. In "fascia arancione" ci sono invece Francolise e Lusciano.