Un enorme rogo tossico si è sviluppato nel Fosso, ex campo rom al confine tra i comuni di Giugliano e Qualiano. Ad appiccare il fuoco sarebbero stati dei ragazzi, un gruppo di ecocriminali.  Un danno doppio per la città, in questo momento così difficile, dove respirare aria inquinata e ricca di diossina potrebbe aggravare la già precaria situazione di salute dei residenti colpiti dal virus e ammalati di Covid19. «Un fenomeno scellerato di persone che non si rendono conto del male che fanno a tutti noi e anche a loro stessi» questo uno dei tanti messaggi di protesta sui social da parte dei cittadini che non possono far altro che manifestare il loro sdegno per un fenomeno che purtroppo non si arresta neanche di fronte alla sciagura sanitaria più preoccupante dal dopoguerra ad oggi.