ROMA. A Roma si passano in media 254 ore l'anno nel traffico: come se i romani sprecassero piu' di dieci giorni chiusi tra le lamiere. Andando a passo d'uomo: la media e' di 12 chilometri orari. Un dato, in peggioramento (16% di tempo perso in piu' in un anno), che colloca la Capitale al secondo posto al mondo, dietro solo Bogota'. E' quanto emerge dal Global card scorecard di Inrix, analisi dei trend della congestione urbana in 200 citta' di 38 Paesi. In classifica anche Milano, settima, con 226 ore perse. Piu' indietro Napoli (17ma con 186 ore nel traffico) e Torino (22ma con 167 ore). Complessivamente, dietro a Bogota' e a Roma, si collocano Dublino (246 ore), davanti a Parigi e la russa Rostov-on don (237) e Londra (227). Mentre nella classifica generale sull'impatto del traffico primeggia Mosca, seguita da Istanbul e Bogota', con Roma decima.