ROMA. Il Governo starebbe pensando di prorogare lo stato di emergenza da Covid 19 al 31 ottobre, anziché a fine anno. Si tratterebbe solo di un'ipotesi allo studio con i pro e i contro tutti da valutare. L'idea, riferiscono fonti governative, è quella di procedere per gradi, un passo alla volta.

Intanto un proposta contenuta nel nuovo Dpcm atteso il 14 luglio per l'emergenza Coronavirus, conterrebbe una sostanziale proroga al 31 luglio di tutte le misure restrittive contenute nel Dpcm dell'11 giugno scorso. Il provvedimento, diverso dalla proroga dello stato di emergenza oltre il termine attualmente previsto del 31 luglio, dovrebbe conservare i protocolli di sicurezza come condizione di apertura delle attività produttive e commerciali e l'obbligo di indossare mascherina in tutti i luoghi chiusi. Dovrebbe essere confermato fino al 31 luglio anche il divieto di assembramento, così come l'applicazione della sanzione penale per chi viola la quarantena obbligatoria e il posticipo delle aperture di discoteche, fiere e congressi.

Il Dpcm che il ministro della Salute Speranza si prepara a presentare potrebbe contenere la conferma delle ordinanze adottate circa il divieto di ingresso per chi ha soggiornato negli ultimi 14 giorni nei 13 Paesi finora individuati come "a rischio".

Al decreto seguiranno poi come sempre le ordinanze delle regioni volte a restringere o allentare, ciascuna secondo la propria situazione epidemiologica, le norme stabilite a livello centrale.