NAPOLI. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l'assessore al Lavoro del Comune di Napoli, Monica Buonano, hanno incontrato a Palazzo San Giacomo una delegazione dei lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Napoli. «Lavoratrici e lavoratori - spiegano de Magistris e Buonanno - che dal 31 maggio stanno sostenendo una battaglia di civiltà per il lavoro e per la legalità. Siamo solidali con loro e, con i servizi tecnici comunali, stiamo pensando anche a misure di sostegno della permanenza dell'azienda a Napoli e a salvaguardia di un accordo di ottobre 2018 che ad oggi è stato messo unilateralmente in discussione».

Poi de Magistris e Buonanno hanno sottolineato che la permanenza di Whirlpool a Napoli, «rappresenta un sigillo alla dignità di oltre 400 persone e lasciarla andare senza aver tentato di tutto è un delitto verso la città, verso il Mezzogiorno, verso il Paese. E la consapevolezza che, a effetto domino, Whirlpool possa lasciare anche le altre sedi, ci preoccupa molto. Siamo disponibili ad ogni tipo di confronto, il fatto che il 12 agosto siamo qui insieme ai lavoratori è un segno di forte impegno sul territorio. Ci sentiamo dalla parte giusta, quella del lavoro dignitoso, che consente ai lavoratori e alle lavoratrici di poter condurre una vita normale; è su quella normalità che oggi si gioca la partita del lavoro e non ci possiamo permettere di perderla».