"Il problema del Paese e' che il Sud e' rimasto indietro, non ci sono due velocita', ma ce ne sono quattro o cinque nel Paese. La nostra volonta' e il nostro obiettivo e' che tutti raggiungano i massimi livelli, non per lasciare indietro qualcuno ma, per portarli tutti al livello piu' alto".

Lo ha detto il ministro agli affari regionali e alle autonomie, Roberto Calderoli, parlando con i giornalisti al suo arrivo all'Assemblea nazionale di Anci, l'Associazione dei comuni italiani, in corso alla Fiera di Bergamo. rispondendo a chi gli ha chiesto se la Campania abbia fatto documento piu' all'avanguardia sull'autonomia, Calderoli ha sottolineato che "piu' all'avanguardia e' esagerato, perche' il mio obiettivo e' di definire prima i livelli essenziali delle prestazioni, poi i costi e i fabbisogni standard e procedere al trasferimento con delle nuove funzioni. Nel documento campano si potevano trasferire funzioni senza ancora avere definito i livelli essenziali delle prestazioni".

"De Luca contesta perche' e' del Pd solo per quello ma ci sono due deliberazioni del consiglio regionale e una di giunta e quelli sono i contenuti", ha concluso.