CASERTA. Una strada della frazione San Benedetto di Caserta da oggi è intitolata al vicebrigadiere dei carabinieri Emanuele Reali, morto un anno fa, dopo essere stato travolto da un treno nei pressi della stazione ferroviaria di Caserta, mentre inseguiva un ladro di appartamento condannato lo scorso settembre a 5 anni. Durante una toccante cerimonia, alla quale hanno preso parte la vedova del militare, Matilde, il sindaco di Caserta Carlo Marino, vertici dell'Arma e altri rappresentati delle istituzioni, è stata scoperta una targa di toponomastica in memoria del carabiniere scomparso. Il Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden" Vittorio Tomasone, nel suo discorso, ha parlato di Reali come un appartenente all'Arma che «ha dato la vita per la sicurezza di tutti i cittadini». Presenti, il prefetto Raffaele Ruberto, i Procuratori della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e Napoli Nord Maria Antonietta Troncone e Francesco Greco, il Comandante provinciale dell'Arma, Patrizio La Spada e il Comandante della Legione Carabinieri Campania Maurizio Stefanizzi. In ricordo del militare, anche uno striscione tricolore degli studenti di un liceo casertano. L'intitolazione della strada è stata decisa dalla Giunta comunale di Caserta lo scorso 31 ottobre. 

image010.jpg