NAPOLI. Sono più di 40 i ricorrenti al concorso Ripam Regione Campania, tutti assistiti dallo studio legale Leone Fell e C, cui il Tar della Campania (Sezione Quinta, presidente Maria Abbruzzese) ha pronunciato con decreto datato oggi 1 giugno l’ammissione con riserva ai fini della sola partecipazione alla successiva fase concorsuale nelle date rispettivamente calendarizzate per i profili di pertinenza, sia per la categoria C (diplomati) che per la categoria D (laureati).

Il Tribunale amministrativo ha dunque accolto la richiesta degli avvocati che hanno commentato: «Siamo lieti che il Tar continua ad ammettere i nostri ricorrenti al concorso, confermando ancora una volta quanto le prove organizzate dal Formez per il concorso Regione Campania siano lacunose e illegittime».

Nelle more della trattazione collegiale di camera di consiglio programmata per il prossimo 9 giugno 2020, dunque, il Tar ha emanato un decreto che consente ai ricorrenti di partecipare alle prove scritte suppletive dei concorsi rispettivamente sostenuti – quanto alle prove preselettive con esito non favorevole – che risultano allo stato fissate in date non compatibili ovvero dall’8 al 12 giugno.