NAPOLI. Sono nove i positivi in Campania al Coronavirus: è quanto risulta dall’ultimo bollettino quotidiano dell’Unità di crisi regionale. Il tutto su 2.973 tamponi che portano il totale a 332.836. In Campania il totale dei positivi è di 4.999. Viene riportato un deceduto: si tratta dell’85enne di Mondragone deceduto tre giorni fa. Con il 43enne di Giugliano deceduto l’altroieri il numero di morti dall’inizio dell’emergenza arriva 436. Sono 12 i guariti del giorno per un 4.169. Dei nove positivi, due sono a Pozzuoli: si tratta di un dentista con studio nella cittadina flegrea e residenza a Portici e di un suo contatto: il professionista sarebbe stato in Albania; quattro a Salerno, collegati tutti a un cluster familiare emerso nei giorni scorsi; uno a Massalubrense: è un cameriere collegato ai contagiati nei giorni scorsi in un ristorante di Nerano; uno a Napoli; e uno a Mercato San Severino, collegato a un uomo risultato positivo due giorni fa e tornato da un viaggio in Albania. Il tutto mentre in Campania sono complessivamente 395 le persone attualmente positive: 48 in degenza ospedaliera; sei in terapia intensiva; 341 in isolamento domiciliare. E la Campania arriva con l’indice Rt sopra 1: è a 1,42. Il Veneto è primo con 1,66, segue la Sicilia con 1,55. Rimangono sopra 1 anche l’Emilia Romagna (da 1,14 a 1,08), il Lazio (invariato a 1,04) e la Liguria (da 1,06 a 1,25).

CALDORO ATTACCA DE LUCA. Il tutto mentre il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Campania, Stefano Caldoro, su Radio Crc attacca il governatore: «De Luca è ultimo in Italia per tamponi, questo dimostra la sua assoluta incapacità di governare la situazione. È stato solo fortunato, come tutto il Sud dove la pandemia ci ha in parte risparmiato con pochi casi rispetto al Nord». E sulle multe previste dall’ordinanza regionale per chi non indossa la mascherina negli esercizi commerciali: «Io sono contro le punizioni, sono per la prevenzione e la protezione dei cittadini. L’azione qui è solo punitiva, le super multe e le minacce di chiusura servono a De Luca per fare campagna elettorale».

COVID HOSPITAL, NUOVO ESPOSTO DI TAGLIALATELA. Intanto, oggi alle 12 in via Cervantes, Marcello Taglialatela, presidente della associazione Campo Sud, presenterà ai giornalisti il quinto esposto sugli ospedali Covid depositato presso la Procura di Napoli.

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DI CANTALAMESSA. Infine, Gianluca Cantalamessa, deputato campano della Lega, annuncia la presentazione di un’interrogazione parlamentare al ministro della Salute, Roberto Speranza, «sulla gestione degli appalti della Regione Campania per l’acquisto oneroso di materiali e forniture sanitarie. A che titolo una figura esterna alla Soresa intermediava con i fornitori? Chi decide veramente come spendere i milioni di euro dei cittadini campani? Perché vengono fatte pressioni sui dirigenti Soresa per l’affido di milioni e milioni di euro a questa o a quell’altra azienda?».