«Faccio un appello ai cittadini di Napoli città perché vadano a vaccinarsi in massa. Mi segnala l'Asl Napoli 1 che decine di migliaia di cittadini non rispondono alla chiamata per la vaccinazione. Non è possibile. Ci siamo dati l'obiettivo di vaccinare tutta Napoli per inizio luglio ma i cittadini devono rispondere. C'è qualche elemento di irresponsabilità che va eliminato». Lo ha dichiarato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

«Faccio appello ai cittadini di Napoli - ha aggiunto De Luca - perché abbiano senso di responsabilità. Nessuno si senta tranquillo, non facciamo i furbi solo perché abbiamo un buon livello di vaccinazioni. Abbiamo ancora migliaia di persone che non hanno fatto la vaccinazione per scelta propria. Faccio appello ai cittadini di Napoli città perché vadano in massa a fare la vaccinazione. In questo modo presenteremo a inizio luglio “Napoli Covid free" ed è un grande risultato, anche dal punto della promozione turistica, ma soprattutto creiamo una condizione di base di serenità per le nostre famiglie. Dunque - ha concluso - tutti a vaccinarsi».

ASTRAZENECA AGLI OVER 60. «Gli open day con Astrazeneca sono bloccati e le prime dosi andranno somministrate solo sopra i 60 anni». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ieri ha tenuto una riunione con i direttori generali delle Asl campane.

«Gli open day con Astrazeneca - ha spiegato De Luca - sono bloccati per ragioni di prudenza, non abbiamo avuto grandi problemi. Le prime dosi le facciamo solo sopra i 60 anni, sotto i 60 lo utilizziamo solo per i richiami e non per le prime dosi».

De Luca ha sottolineato come «abbiamo ascoltato per l'ennesima volta che il Comitato tecnico scientifico, che non ha ruolo sulla certificazione dei vaccini, ha raccomandato l'uso di Astrazeneca sopra i 60 anni. E per chi ha già fatto il vaccino sotto i 60 anni? Cosa facciamo per il richiamo? Non dicono una parola».