È stato rimesso in libertà il 55enne di Tremonti accusato del tentato omicidio della moglie. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno ha respinto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal pm.

L'uomo aveva aperto i sei fornelli della cucina provocando la fuoriuscita di gas. Nella notte tra giovedì e venerdì era stato arrestato per il tentato omicidio della moglie che stava dormendo. Nel corso dell'interrogatorio di garanzia l'uomo ha confermato che sua intenzione era suicidarsi.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno, Carla Di Filippo, ha respinto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal pm in quanto il 55enne, nel tentativo di farla finita, si è preoccupato di «chiudere la porta della cucina dove è stato rinvenuto sul divano, dimostrando di approntare tutte le cautele volte a impedire che il gas potesse raggiungere la stanza dove dormiva la compagna».