SALERNO. È «sotto controllo» la situazione del contagio in provincia di Salerno. Lo ha spiegato il direttore generale della Asl di Salerno, Mario Iervolino, nel corso del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Francesco Russo, per fare il punto sulla situazione coronavirus, e al quale hanno partecipato il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, il dg Iervolino e i vertici provinciali delle forze di polizia.

In apertura dell'incontro è stata effettuata una ricognizione di carattere generale sui nuovi casi di positività al Covid-19 emersi nei giorni scorsi: in particolare, sono 36 i positivi nel comune di Salerno, di cui 19 ricoverati all'ospedale di Scafati, tutti in fase di guarigione, e 21 i positivi nella frazione Marina del comune di Pisciotta, dove nella giornata di ieri sono stati effettuati 134 tamponi. Iervolino ha spiegato che la situazione risulta sotto controllo perché riguarda casi riconducibili a cluster di tipo familiare, individuati e isolati.

Inoltre l'Asl di Salerno, in ottica preventiva, ha messo in campo un'azione capillare per effettuare screening di massa nelle aree costiere, particolarmente frequentate nel periodo estivo. Per quanto riguarda la città di Salerno, è stata già avviata, e proseguirà nei prossimi giorni, l'attività di controllo degli stabilimenti balneari da parte delle forze di polizia statali e della Polizia municipale, che sarà intensificata soprattutto nei fine settimana quando si registra la massima affluenza alle spiagge. 

Analoghe verifiche stanno interessando anche i locali destinati all'intrattenimento serale e notturno, sui quali la Prefettura avvierà un'apposita ricognizione, al fine di accertare il rispetto delle disposizioni contenute nel protocollo della Regione Campania introdotto con l'ordinanza numero 59 del 1° luglio.

«Occorre mantenere la massima attenzione per scongiurare possibili episodi di ritorno del contagio», ha dichiarato il prefetto Russo.