«Il progetto di autonomia differenziata potrebbe danneggiare molto i cittadini che abitano il Meridione, persone che non hanno responsabilità se in questi territori vi è un livello di servizi, un livello di infrastrutture e di efficienza complessiva della macchina amministrativa inferiore rispetto a quello di altre zone del Paese». Lo ha sottolineato Michele Oricchio, presidente della Corte dei Conti della Campania, nell'imminenza dell'inaugurazione dell'anno giudiziario la cui cerimonia è in programma martedì prossimo a Napoli.

I fondi del Pnrr, quindi, secondo il presidente Oricchio, assumono quindi un ruolo fondamentale per il Sud e per questo motivo, "la Corte dei Conti cercherà di essere ancora più attenta e vigile, proprio perchè siamo consapevoli che attraverso un corretto utilizzo di questi fondi passa anche un riscatto del Mezzogiorno e una valorizzazione di tutte le norme potenzialità del nostro territorio, aspetti che ci devono consentire poi di poter evitare che altre regioni ci guardino dall'altro in basso".