CASERTA. Riqualificazione dei viali della via d'acqua della Reggia di Caserta. L'impegnativo intervento sarà realizzato garantendo l'apertura del Parco reale al pubblico. Da oggi è iniziato l'allestimento del grande cantiere per i lavori di Riadeguamento funzionale e decoro percorrenza principale del Parco reale, finanziati da Piano Cultura e Turismo (Fsc) 2014-2020. L'importo base dell'appalto è di 2.191.453,54 euro.

L'intervento prevede il rifacimento della superficie di calpestìo di tutti e due gli assi che dal piazzale sovrastante il ponte di Ercole conducono alla fontana di Venere e Adone. Il fine è migliorare la fruibilità complessiva del Parco reale e garantire una piena accessibilità, con una particolare attenzione alla sostenibilità. La pavimentazione verrà realizzata in terra stabilizzata, materiale eco-friendly con ridotta attività di manutenzione, costituita da inerti naturali a granulometria controllata. Il materiale scelto permette di assorbire velocemente l'acqua atmosferica evitando gli effetti di ruscellamento e ristagno di acqua, tipici delle pavimentazioni continue, esercitando anche un'azione filtrante degli agenti inquinanti contenuti nella pioggia. I lavori verranno eseguiti nell'arco di circa sei mesi, senza precludere ai visitatori la percorrenza della Via d'Acqua.

Le aree oggetto di intervento verranno suddivise in 4 sotto-cantieri per lato, eseguiti singolarmente, per una lunghezza, ciascuno, di circa 500 metri. Il cantiere sarà dunque itinerante, recintato, di volta in volta, in base alle zone ultimate cercando di ridurre al minimo l'impatto visivo e le emissioni di polveri e rumori. Verrà realizzata prima la pavimentazione dell'asse a destra della Via d'Acqua e poi di quello a sinistra, lasciando liberi gli attraversamenti qualora non interessati dai lavori. Il cantiere verrà organizzato in maniera tale da non essere percepito come un intralcio, ma come un'opportunità, apportando un segno di identificazione e riconoscibilità con l'impiego di teli serigrafati, mezzi e attrezzature personalizzati. Le recinzioni utilizzate saranno rivestite esternamente con un telo antipolvere al di sopra del quale saranno raffigurati personaggi storici che passeggiano.

Per consentire l'esecuzione dei lavori, verranno apportate alcune modifiche alla viabilità interna. I visitatori a piedi potranno percorrere il viale interessato dal cantiere passando sul pavimento di mattoncini adiacente le vasche della via d'acqua oppure, in assenza di opere di manutenzione alle alberature, sotto al percorso alberato. Le navette, le golf cart, le biciclette e le persone con sedia a rotelle, nel tratto interessato dal cantiere, dovranno transitare lungo il viale opposto che sarà dunque, in quel tratto, a doppio senso di marcia, a salire e scendere.

Trattandosi di un cantiere in continua evoluzione, le modalità di fruizione del Parco reale, così come la sua mobilità interna, potranno essere soggette a cambiamenti. I lavori di riadeguamento della pavimentazione del Parco reale, riporta una nota del complesso, sono un importante traguardo per la Reggia di Caserta. Da anni, l'immagine e il decoro del Museo verde, nonché la sua sicurezza e accessibilità, sono gravemente penalizzati dalle condizioni del manto di asfalto che ricopre, oggi, l'asse progettato da Luigi Vanvitelli.

«Un intervento impegnativo - ancora la nota - che dovrà necessariamente contemperare le esigenze di cantiere con quelle di fruizione del Parco reale, anche in considerazione della percorrenza di pedoni, biciclette e veicoli a motore e che richiederà un grande sforzo per lo staff della Reggia di Caserta che ogni giorno accoglie migliaia di visitatori da tutto il mondo».