NAPOLI. Familiari e amici non volevano crederci e si aggrappavano alla speranza, ma la scomparsa e il silenzio prolungato di Andrea Covelli rappresentavano già un presagio di morte. I timori peggiori si sono materializzati nella prima serata di ieri, quando un elicottero della polizia ha avvistato qualcosa in un’area boschiva di via Pignatiello che assomigliava a un corpo. L’impressione purtroppo era giusta e anche se manca l’identificazione ufficiale, gli investigatori non escludono che potrebbe trattarsi proprio di lui.