NAPOLI. Per la procura antimafia il gruppo Esposito di Bagnoli è sempre stato legato ai Licciardi, fin dai tempi del boss Domenico D’Ausilio. Un dato acquisito da inquirenti e investigatori anche sulla base delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, non da ultimo Gianluca Noto, storico affiliato al clan di don “Mimì”.