NAPOLI. Lo spavento per il fango che ha d’improvviso inondato le case al piano terra. La preoccupazione di non riuscire a mettersi in salvo per tempo, cosa invece fortunatamente accaduta. «Ma se fosse successo di giorno, ci poteva scappare il morto. La panetteria che si trova proprio all’altezza della grossa buca, è sempre piena di clienti». Gli abitanti di via Giulio Cesare Capaccio, deviazione di corso Arnaldo Lucci dove la rottura di conduttura dell’Abc nella notte tra lunedì e ieri ha causato il cedimento dell’asfalto, raccontano sono ancora spaventati.