NAPOLI. Riparte “Save Your Skin”, la campagna contro il melanoma di SIDeMaST - Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e malattie sessualmente trasmesse, che prevede visite e consulti gratuiti nelle principali città italiane. Come sempre in prima fila c’è l’Unità operativa complessa di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, che nel campo della prevenzione delle malattie della pelle, informazione ed educazione sanitaria detiene numeri da record.

Lo scorso fine settimana sono state infatti ben 100 le visite dermatologiche e gli screening per i tumori cutanei effettuati nell’ambito dell’iniziativa di Terza missione della Scuola di Medicina e Chirurgia  “La ricerca del Benessere” e oltre 200 quelle prenotate attraverso il numero verde nazionale SIDeMaST per il prossimo 27 maggio, che hanno saturato in poche ore la quota disponibile .

“La Dermatologia federiciana ha prestato sempre la massima attenzione alla prevenzione – spiega il professore Massimiliano Scalvenzi, coordinatore dell’Unità operativa complessa – attivandosi per intercettare i pazienti all’insorgere dei primi sintomi delle malattie cutanee, con particolare attenzione a quelle tumorali e metaboliche, anche grazie alla stretta collaborazione con i medici di famiglia, attraverso la creazione di reti sinergiche e la medicina di prossimità. L’organizzazione capillare consente di svolgere una media annua di più di 45mila prestazioni ed effettuare il follow-up di oltre 700 pazienti in cura per skin cancer, con liste d’attesa pari a zero”.

Prossimo appuntamento per i dermatologi della Federico II è il 97mo Congresso Nazionale di Dermatologia SIDeMaST,  iniziativa fortemente voluta, e animata fino alla sua prematura scomparsa, dalla professoressa Gabriella Fabbrocini assieme a tutto lo staff dermatologico campano ed italiano. Il Congresso, che porterà a Napoli i maggiori esperti internazionali di dermatologia, si terrà nell’auditorium Mostra d’Oltremare, dal 13 al 16 giugno, proprio su impulso e organizzazione della Dermatologia della Federico II.