NAPOLI. La “stesa” con retroscena sentimentale e l’accoltellamento di un 14enne dai contorni misteriosi, ma anch’esso con possibili risvolti personali. A distanza di una settimana e di tre giorni dai gravi episodi avvenuti ai Quartieri Spagnoli iniziano a diradarsi le nebbie dei primi giorni. In piazza Montecalvario l’autore degli spari avrebbe voluto lanciare un avvertimento al rivale in amore mentre in vico lungo San Matteo l’aggressione sarebbe il frutto avvelenato di un contrasto tra minorenni cominciato sui social e proseguito in strada.