Un ragazzo di 20 anni è in prognosi riservata dopo essere stato accoltellato da due giovani incappucciati a Melzo (Milano).
 

I fatti risalgono alla notte scorsa, quando i carabinieri della locale stazione e della sezione operativa compagnia di Pioltello sono intervenuti in via Ippolito Nievo, dove il personale del 118 aveva soccorso un 20enne del posto, che riportava 7 ferite agli arti, all'addome e al torace.

Il giovane è stato trasportato in codice rosso all'ospedale San Raffaele di Milano, dove è attualmente ricoverato in prognosi riservata a seguito di intervento chirurgico tuttora in corso.

Sul posto, i militari hanno proceduto al sequestro di un coltello da cucina con lama della lunghezza di 13 cm, sottoposto a sequestro in attesa delle analisi dattiloscopiche.

Al termine degli accertamenti e dopo aver ascoltato persone informate sui fatti, è stato ricostruito che la vittima, mentre era in compagnia di 3 amici all'esterno di un esercizio per la vendita automatica di bevande in viale Gavazzi, è stato avvicinato da 2 giovani con volto coperto da cappuccio che, improvvisamente e senza apparente motivo, hanno iniziato ad aggredirlo con calci e pugni.

L'aggressione è proseguita in via Montegrappa, dove uno degli aggressori ha inferto i fendenti,. Entrambi si sono dileguati prima dell'arrivo dei soccorsi.

I due aggressori, tuttora irreperibili, sono ricercati, e sono in corso le indagini per definire l'esatta ricostruzione della vicenda.