NAPOLI. Un regolamento di conti tra esponenti della camorra di Miano. È questa l’ipotesi investiva alla quale stanno lavorando con sempre maggiore convinzione gli inquirenti che dovranno fare luce su quanto accaduto il mese scorso nel carcere di Frosinone, dove il giovane ras Alessio Peluso, dopo essere entrato in possesso di una pistola, ha sparato all’impazzata contro altri tre detenuti.