Altri tre arresti per l'omicidio di Antonio Natale, 22enne ucciso il 4 ottobre 2021 a Caivano. Questa mattina i Carabinieri del Nucleo investigativo del gruppo di Castello di Cisterna hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea, nei confronti tre persone gravemente indiziate, a vario titolo, del reato di omicidio e dei connessi reati di detenzione e porto di arma da sparo, aggravati dal metodo mafioso.

Gli indagati, il 4 ottobre 2021 in Caivano, avrebbero ucciso il 22enne esplodendo tre colpi di pistola che ferirono la vittima alla testa ed al torace. L’omicidio, secondo quanto ricostruito, sarebbe stato deliberato e premeditato per punire Natale, che avrebbe sottratto armi, droga e denaro al clan camorristico Bervicato, per conto del quale effettuava lo spaccio di droga. Il cadavere di Natale è stato poi trovato in un fondo agricolo il 18 ottobre 2021, due settimane dopo l'omicidio. Si tratta del quarto arresto per l'omicidio di Antonio Natale, dopo quello di un altro indagato eseguito dai Carabinieri ad aprile scorso.

In manette oggi sono finiti Gennaro Pacilio di 56 anni, Emanuele D'Agostino di 26 anni e Bruno Avventurato di 48 anni). Ad aprile le porte del carcere si erano aperte per il 22enne Domenico Bervicato, già indagato nei mesi successivi all'omicidio di Natale con cui condivideva il turno nella piazza di spaccio.