napoli. Nelle città investite dai flussi turistici, in cui proliferano le strutture ricettive extra-alberghiere, il diritto all’abitare è sempre più compromesso: b&b, case vacanza e appartamenti affittati con il regime delle “locazioni brevi” stanno provocando una nuova e progressiva espulsione degli abitanti, soprattutto quelli che ricadono tra le fasce più deboli, dal centro di numerose città italiane ed europee.