NAPOLI.  La Regione Campania ha inviato al ministro degli Affari regionali e delle Autonomie Erika Stefani, e per conoscenza al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il documento della proposta d'intesa sull'Autonomia differenziata, aggiungendosi a Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. "Abbiamo chiesto al ministro - ha dichiarato il presidente Vincenzo De Luca - di firmare quanto prima possibile questa ipotesi di accordo. E' una proposta che esplicita la linea della Campania sull'Autonomia differenziata: rigore amministrativo; riforme concrete che semplificano e non complicano i processi di riforma; sburocratizzazione. Da oggi, alle tre regioni del Nord, si aggiunge la Campania come Regione che ha formalizzato la proposta d'intesa". Secondo il governatore, "di particolare rilievo la posizione della Campania relativa a spesa storica, scuola, sanità, livelli essenziali di prestazione, fondo perequativo. Totale accettazione della sfida dell'efficienza. Difesa rigorosa dell'Unità nazionale"