«Hanno aspettato che me ne andassi per dare al sindaco quello che spettava al sindaco». Così l'ex sindaco di Napoli Luigi de Magistris, commentando a Radio Crc la notizia che il nuovo sindaco Gaetano Manfredi sarà il commissario straordinario per l'area ex Italsider di Bagnoli.

«Non penso che la tempistica di questa scelta sia casuale - ha aggiunto de Magistris - sono anni che noi abbiamo combattuto per evitare il commissariamento di Bagnoli e voglio ricordare come difendemmo Bagnoli quando il Governo Renzi voleva metterci le mani sopra. Avremmo voluto quei poteri ordinari per fare più rapidamente tutto quello che non siamo riusciti a fare. Hanno aspettato che me ne andassi per dare al sindaco quello che gli spettava». 

Secondo de Magistris «la tempistica di questa scelta non è casuale. In politica il simbolismo ha un valore. Questo lo dico non perché abbia una qualche forma di rancore, anzi. Sono felice. Sono contento di aver fatto tanto per Bagnoli, nonostante abbiano fatto di tutto per ostacolarci. Difesa dalle speculazioni, bonifiche iniziate, progetti approvati, ordinanza 'chi inquina paga'. Hanno aspettato che me ne andassi per togliere il piombo alle ali. C'è chi usa le istituzioni per fare lotta politica e non leale cooperazione», ha concluso de Magistris.