NAPOLI. Due attentati in meno di ventinquattro ore per mettere il clan De Martino definitivamente all’angolo. Il cartello di camorra capeggiato dai gruppi De Luca Bossa-Casella alza il tiro senza pietà e a Ponticelli si consuma l’ennesima notte di inferno. Pesantissima, seppur senza feriti, la conta dei danni scaturita dall’esplosione dell’ordigno artigianale scoppiato l’altra sera in via Esopo: ben otto, infatti, le automobili in sosta danneggiate in maniera più o meno grave.