Casa in fiamme in via Gino Ceschelli 110, San Giuseppe Vesuviano. Tanta paura per l’incipiente tragedia alla quale sono state sottratte madre e figlia, grazie al provvidenziale intervento degli agenti del commissariato locale. Il fatto risale al tardo pomeriggio di venerdì, quando, per l’improvviso divampare di un incendio nella cucina, la casa è stata improvvisamente avvolta dalla fiamme. A causare l’incendio sarebbero state due bombole del gas che hanno improvvisamente preso fuoco.

Due poliziotti eroi si sono lanciati in soccorso degli abitanti al primo piano del palazzo in cui si è sviluppato il rogo. Appena arrivati sul posto, gli agenti hanno notato la presenza di una 17enne, paralizzata dalla paura, all’ingresso dell’appartamento. Sua madre era ancora in casa e tentava disperatamente di domare le fiamme. L’incendio si era sviluppato all’esterno del balcone attiguo alla cucina e il fumo aveva ormai invaso l’ambiente.

I due agenti si sono quindi coperti la bocca e il naso, le vie respiratorie, con un fazzoletto umido, riuscendo in tal modo a raggiungere il balcone dove le due bombole del gas ed alcuni mobili erano in fiamme. La donna cercava di spegnere l’incendio tentando di chiudere la valvola della bombola, senza però riuscirci. I due poliziotti incuranti del rischio, hanno raggiunto la signora e mentre uno dei due si avvicinava alle bombole in fiamme per salvare la donna e allontanarla dal posto, l’altro è riuscito da solo a domare le fiamme con uno straccio bagnato e con una mossa tempestiva è stato anche capace di chiudere il rubinetto-valvola della bombola, per poi uscire frettolosamente dal’appartamento insieme alla donna ed alla figlia. Entrambe sono state messe in salvo, insieme alla casa.