Cinque indagati, tra imprenditori, professionisti e pubblici funzionari del Comune di Villaricca, nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Napoli Nord sull'apertura di una voragine in strada il 30 ottobre 2022. I reati ipotizzati dai pm aversani sono frode in pubbliche forniture, falso ideologico in atto pubblico fidefacente, truffa aggravata ai danni di ente pubblico e rifiuto di atti d'ufficio. Nei confronti dei cinque indagati sono stati notificati altrettanti avvisi di garanzia. Il 30 ottobre 2022 nella II Traversa Via Palermo a Villaricca si è verificata l'apertura di una voragine, originata dalla presenza nel sottosuolo di una cava antropica.

L'area e le abitazioni a ridosso della voragine, dopo essere state sgomberate, sono state sottoposte a sequestro e nel contempo il Comune di Villaricca ha appaltato le opere di ripristino dell'asse viario. Dagli accertamenti svolti sono emerse criticità in relazione alle opere realizzate, in particolare un impiego di materiali con massa volumica inferiore a quella prevista nel progetto esecutivo, connotati da scarsa tenuta come dimostrato dagli esiti delle prove di costipamento che hanno restituito valori comprovanti l'instabilità dell'area. Inoltre sarebbe stata eseguita una campagna di monitoraggio difforme da quella prevista dal progetto esecutivo, limitata a verifiche dei soli fenomeni "superficiali" e non estesa a quelli del sottosuolo, non adatta quindi a rilevare ulteriori cedimenti suscettibili di manifestarsi in superficie in maniera improvvisa e non immediatamente arginabile.

Sarebbe poi stato rilasciato un certificato di regolare esecuzione delle opere il cui contenuto recava false attestazioni in relazione alle opere realizzate. Gli indagati sono il responsabile dell'impresa appaltatrice, il direttore dei lavori e i responsabili dell'Ufficio tecnico comunale di Villaricca. Permanendo una grave situazione di pericolo per la pubblica incolumità e non potendosi escludere improvvisi nuovi fenomeni di cedimento, l'area e le abitazioni limitrofe sono tuttora sottoposte a sequestro preventivo.