NAPOLI. Il Covid potrà anche essere di ostacolo, seppur momentaneo, al rinnovo del consiglio del Circolo Nautico Posillipo, ma di certo non ferma l’onda rosa e l’entusiasmo delle socie. L’assemblea, fissata per martedì, che doveva decidere per l’adesione di settanta nuovi soci e decretare i quattro nuovi consiglieri che dovranno sedere in consiglio direttivo, è stata rinviata per seguire le disposizioni dell’ordinanza regionale ed evitare assembramenti e riunioni, o incontri, con più di sei persone.

Le quattro socie che avevano presentato la loro candidatura, fondamentalmente, non sono rimaste sorprese dello slittamento delle votazioni: «Ritengo che sia stata una scelta giusta, le donne sono a favore della sicurezza di tutti coloro che frequentano il Circolo e sapranno attendere affinché queste votazioni diventino un piacere partecipativo» ha commentato a caldo Ermelinda Utech Lanni, una delle quattro signore candidate alla carica di consigliere che, d’altronde, con il suo recente passato lavorativo in ambito sanitario, non poteva avere pensiero diverso.

Amelia Tramma, nuotatrice al Circolo dal 1980, punta l’attenzione sullo sport e in merito a questa variabile da Coronavirus non ha dubbi: «Dobbiamo salvaguardare chi fa attività sportiva al Circolo e se per fare questo bisogna fare un passo indietro, è giusto che così sia».

Maria Piscopo ha ricordato come sia responsabilità di tutte mantenere un comportamento sociale responsabile e per questo «siamo ben consapevoli del momento difficile; votazioni e assemblee sono sottese, ma certo questo non ci impedirà di continuare a dare il nostro contributo per il bene del sodalizio».

Annuisce Annamaria Meterangelis, la cestista-psicologa, che ricorda come prioriario sia mantenere la mission sportiva: «Il Circolo Posillipo è questo: è sport. Non dobbiamo mai dimenticarlo e se si devono fare dei sacrifici come quello di rinunciare all’aspetto sociale del sodalizio, bisogna adeguarsi. Aspettare non è certo un costo alto» per chi ha ben altri scopi che non siano quelli della misura momentanea.