Sergio D'Angelo si candida a sindaco di Napoli. Il fondatore e presidente del gruppo di imprese sociali Gesco e commissario straordinario di Abc Napoli (azienda idrica del Comune di Napoli), già assessore alle Politiche sociali nella Giunta de Magistris dal 2011 al 2013, ha annunciato la sua candidatura questo pomeriggio in diretta sulla pagina Facebook “Tutto il bello di Napoli con Sergio D'Angelo".

D'Angelo ha spiegato che «non è stata una decisione semplice, sia perché non mi appartengono le fughe in avanti sia perché sono un convinto sostenitore, ancora adesso, della necessità di una vera unità tra tutte le forze democratiche e progressiste».

La candidatura di D'Angelo era stata caldeggiata dal gruppo promotore "Sergio D'Angelo sindaco" che da mesi è impegnato in campagne di sensibilizzazione sui social media e in città per raccogliere adesioni a sostegno della candidatura, oltre 3mila le firme raccolte, «anche alla luce - spiega una nota - del perdurare delle difficoltà delle forze democratiche e progressiste nell'individuare un candidato che possa rappresentarle e unirle tutte». 

D'Angelo ha rivolto un ringraziamento a «tutti quelli che in questi mesi hanno continuato ad insistere per convincermi. Sono, e resto, convinto che sia necessario una vera unità tra tutte le forze democratiche e progressiste della città. Ho atteso che la politica tradizionale desse risposte concrete, ma ho atteso invano. Napoli è stata lasciata sola nel momento più difficile. Per questo - ha aggiunto - ho deciso di rompere gli indugi e proporre un progetto inclusivo, aperto, che sia in grado di coinvolgere e appassionare le napoletane e i napoletani e che abbia un obiettivo chiaro, semplice e realizzabile: migliorare radicalmente la qualità della vita dei cittadini, e nei prossimi giorni elencherò le iniziative che metteremo in campo».