NAPOLI. Tangenti per entrare nella Polizia Penitenziaria e Forze Armate (Carabinieri, Esercito e Aeronautica Militare), tre condannati e tre assolti. Si è svolto con rito abbreviato il processo a carico di sei imputati per concorsi truccati. Condannati due agenti della Penitenziaria ed ex sindacalisti, Errico Spena e Maurizio Russo, e il caporal maggiore dell'Esercito Giorgio Spina. Il Gup di Napoli (Di Palma) ha condannato per corruzione Spena a 5 anni e 8 mesi (il pm aveva chiesto 12 anni), Russo a 6 anni e 6 mesi e Spina a 4 anni e 2 mesi.
Assolti l'assistente capo della Polizia Penitenziaria Aniello Aversano in servizio al carcere di Santa Maria Capua Vetere, Kevin Romano e Riccardo Silvestro.

Vincenzo Petrella, invece, ha già patteggiato la pena: ha incassato due anni. Per gli inquirenti era colui che avrebbe corrotto i due agenti per riuscire a superare la prova psico-attitudinale al concorso per la penitenziaria. L'inchiesta portò all'arresto di 14 persone a novembre scorso. Gli episodi di corruzione risalgono al periodo tra la fine del 2020 e la prima metà del 2021.