Il Consiglio superiore della magistratura ha aperto le procedure di concorso per una serie di posti ai vertici di uffici giudiziari. Il plenum ha infatti approvato all'unanimità la delibera di pubblicazione del bando predisposto dalla quinta commissione, competente per gli incarichi direttivi, che fissa tra il 5 luglio e l'8 agosto i termini per la presentazione delle domande.

Tra i posti messi a concorso quello di procuratore capo di Napoli, rimasto vacante dopo la nomina di Giovanni Melillo alla Procura nazionale antimafia e antiterrorismo. Ci sono poi quelli di procuratore generali di Firenze, lasciato da Marcello Viola che è andato a guidare la procura di Milano, e di Trieste; i presidenti delle corti d'appello di Catanzaro e Reggio Calabria, il procuratore di Padova.