NAPOLI. La tregua dopo un mese di fuoco, nel pieno senso della parola, in attesa di una mediazione di cui si vocifera a Ponticelli. Così si spiegherebbe, dopo 3 agguati mirati a uccidere e solo per caso conclusisi con ferimenti, lo stop improvviso a sparatorie e “stese” nel quartiere. Sullo sfondo ci sono sempre i contrasti tra i Casella e i De Martino, con i De Luca Bossa e i D’Amico presenti sul territorio anche se estranei alla guerra. Eppure qualcosa sembra improvvisamente cambiato negli ambienti di malavita.