NAPOLI. A giugno era finito in manette con l’accusa di fare parte dell’organizzazione di narcotrafficanti capeggiata dai fratelli Del Re. Adesso, a distanza di pochi, il gip del tribunale di Napoli ha deciso di concedere gli arresti domiciliari a Samuele Marigliano, sospettato di essere uno dei trasportatori di droga da Napoli all’Emilia Romagna. Il giudice, in attesa della sentenza di primo grado, ha però intanto disposto la scarcerazione del 34enne, difeso dall’avvocato Leopoldo Perone.