Finanzieri del Gico di Campobasso e militari del Nucleo investigativo del Comando provinciale Carabinieri di Campobasso hanno arrestato 3 persone ritenute contigue al clan camorristico Sautto-Ciccarelli e gravemente indiziate dei reati di estorsione aggravata dal metodo mafioso e dall'uso di armi e di spaccio reiterato di cocaina.

L'indagine, culminata nella misura emessa dal gip di Campobasso, rappresenta lo sviluppo dell'operazione "Piazza pulita" del 20 maggio 2020 che ha portato all'esecuzione di 39 misure cautelari e al sequestro preventivo di beni mobili e immobili per un valore di oltre un milione di euro. Il capo di uno dei sodalizi oggetto delle indagini ha deciso di collaborare con la giustizia, svelando i traffici di stupefacenti che lo hanno riguardato tra la conclusione delle indagini di "Piazza pulita" e il suo arresto.

È emerso così che esponenti della camorra avevano portato a Bojano (Campobasso) importanti quantitativi di cocaina e hashish poi rivenduti sul mercato locale. Sono inoltre emersi ulteriori episodi criminosi legati alla presenza in Molise di soggetti vicini al clan camorristico Sautto-Ciccarelli, che hanno costretto il futuro collaboratore di giustizia a rifornirsi da loro dello stupefacente anche praticando condotte estorsive.