NAPOLI. Sono ripresi il 4 maggio, con l'avvio della Fase 2, i lavori nel cantiere di Via Duomo nell'ambito del Grande Progetto Unesco. Entro il  31 luglio è previsto il completamento del tratto fino a via Settembrini e da settembre si proseguirà fino a via Foria, entro l'8 dicembre i lavori termineranno. Questa la situazione illustrata oggi dall'architetto D'Angelo, che ha anche evidenziato il persistere di  alcune difficoltà di carattere ambientale: la frequente invasione del  cantiere da parte di motocicli è purtroppo un problema che non si può  risolvere se non con la presenza di forze dell'ordine.

Nel dibattito il consigliere Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) ha  chiesto quale sarà la viabilità della strada una volta ultimati i lavori, se cioè sarà mantenuta o estesa la ZTL, e ha evidenziato  l'urgenza di segnalare al Comitato per l'Ordine Pubblico e la  Sicurezza della Prefettura i disagi ambientali che gli operatori del cantiere sono costretti a subire.

«È assurdo che i lavoratori debbano subire l'invasione del cantiere senza essere tutelati, è giusto interessare la Prefettura su questo», ha detto il consigliere Rosario Andreozzi (DemA), per il quale la definizione della futura viabilità di via Duomo va fatta coinvolgendo  dal basso i cittadini e ascoltando le loro esigenze.

Sull'assetto della viabilità di Via Duomo, una volta ultimati i lavori, è intervenuto anche il consigliere Ciro Langella (Misto) che ha lamentato l'assenza della parte politica all'incontro. Con la fine dell'emergenza Covid, ha proseguito, sono tornate tutte le vecchie criticità della viabilità cittadina, che si possono risolvere solo con  un coraggioso piano per la viabilità da parte dell'amministrazione.

Mario Coppeto (Napoli in Comune a Sinistra) ha chiesto se nel progetto della Linea 6 di piazza Nicola Amore è prevista un'uscita su via Duomo nel prolungamento da piazza Nicola Amore. Un aspetto da approfondire  con i responsabili del cantiere della Linea 6, ha spiegato D'Angelo, così come vanno approfondite con il responsabile dell'Area Viabilità e  Trasporto Pubblico le questioni relative alla viabilità di via Duomo.  Ha spiegato però che grazie a un finanziamento nell'ambito del Grande  Progetto verranno implementati varchi di controllo in tutta l'area del Centro Antico.

Il presidente Simeone ha rinviato a una prossima riunione congiunta  con la commissione Welfare un approfondimento, sempre per via Duomo,  sulla questione delle tante persone senza fissa dimora che stazionano  sotto i porticati.