NAPOLI. È una conferma alla teoria dei blocchi di camorra contrapposti sia in città che in provincia l’inchiesta culminata ieri mattina in 16 misure cautelari. I destinatari apparterebbero secondo l’accusa a due clan attivi nella zona vesuviana interna, l’uno articolazione dei Mazzarella di San Giovanni a Teduccio e l’altro dei De Luca Bossa-Minichini di Ponticelli.