La prima sezione della Corte di Assise di Appello di Napoli ha condannato all'ergastolo il collaboratore di giustizia Salvatore Tamburrino, ex vivandiere di Marco Di Lauro, che il 2 marzo 2019 uccise la moglie Norina Matuozzo, madre di due figli, ammazzata a colpi di pistola nell'appartamento dei suoi genitori, a Melitoi, dove la donna si era rifugiata dopo la separazione dal marito. Tamburrino, pregiudicato legato al clan di Lauro, ritenuto componente la cerchia dei personaggi che si occupavano della latitanza di Marco Di Lauro, fu colui che determino' la cattura del boss dopo una lunghissima latitanza.