CASTELLAMMARE DI STABIA. L’inchiesta “Olimpo” non ha del tutto convinto il tribunale del Riesame di Napoli, ottava sezione, che ha annullato le ordinanze di custodia cautelare nei confronti di Adolfo Greco (nela foto il giorno dell’arresto), l’ingegnere Antonio Elefante e il commissario straordinario pro tempore del Comune di Castellammare di Stabia, Maurizio Biondi. Rigettata la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per la moglie di Greco, Angelina Annita Rega.