NAPOLI. Hanno finto di essere dipendenti della Bcc, per truffare un correntista di 21 anni di Cabiate, in provincia di Como. Al giovane hanno raccontato, tramite sms e telefonate, che il suo conto online era stato hackerato e per questo gli hanno suggerito di spostare oltre 1.300 euro su una carta PayPal. Solo questo passaggio - hanno spiegato alla vittima - avrebbe consentito di aprire un altro conto, protetto da attacchi informatici. Dopo la prima truffa, hanno provato a mettere a segno altre cinque operazioni dello stesso genere, per un totale di 3.900 euro, ma il 21enne a quel punto si è rivolto ai carabinieri di Mariano Comense. Le indagini hanno consentito di identificare e denunciare gli autori degli ulteriori tentativi di truffa: si tratta - fa sapere una nota dei carabinieri - di un uomo e una donna di 18 e 61 anni, entrambi pregiudicati e residenti in provincia di Napoli.