NAPOLi. Nel giro di sei mesi, o poco più, erano diventati il terrore degli agricoltori di tutta l’area flegrea. Con spregiudicatezza e ferocia agivano nel cuore della notte e depredavano garage e capannoni, portando via ogni di tipo di mezzo meccanico, trattori in primis. E laddove il proprietario riusciva ad accorgersi della loro presenza, ecco che scattava il pestaggio pur di guadagnarsi la fuga.