NAPOLI. Il giallo di Dubai si arricchisce di un nuovo capitolo. L’uomo arrestato il 20 dicembre all’aeroporto degli Emirati Arabi, proveniente da Panama, non sarebbe il narcos Bruno Carbone ma un incensurato di Marano: Domenico Alfano.