Il procuratore capo di Napoli Nicola Gratteri si è recato in visita stamane alla caserma Pastrengo, storica sede del Comando Provinciale Carabinieri. Ad accoglierlo il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Napoli, Generale di Brigata Enrico Scandone e i vertici investigativi dell'Arma partenopea. Durante l'incontro, Gratteri "ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti i Carabinieri impegnati nel difficile territorio del Comando Provinciale di Napoli e ha voluto far sentire a tutti i militari la vicinanza dell'intera Procura nell'ambito di una sinergia ben consolidata", si sottolinea dall'Arma. 


"Un particolare plauso è stato espresso per la professionalità e l'abnegazione quotidianamente profusi nello svolgimento del servizio, con passione ed entusiasmo, e per gli importanti risultati ottenuti nell'azione di prevenzione e repressione dell'illegalità, in ogni sua forma". Nel corso dell'incontro il procuratore capo ed i vertici investigativi di Napoli e provincia hanno delineato anche i prossimi piani investigativi e le strategie da adottare nel contrasto alla criminalità organizzata ed a quella 'comune'. Durante la visita Gratteri ha avuto modo di incontrare, tra gli altri, i carabinieri della centrale operativa del comando provinciale di Napoli - cuore pulsante dell'Arma territoriale - e vederli all'opera durante il "monitoraggio" dell'intera città grazie alle telecamere distribuite sul territorio.