NAPOLI. Dice di non sentirsi «sereno e garantito» in quanto quello stesso magistrato l’ha già condannato pochi mesi fa a vent’anni di reclusione per associazione mafiosa. Per questo motivo chiede, rivolgendosi al gip in persona, di «astenersi e di rinviare il processo a un altro giudice».