«Il San Carlo è un organo vigilato dai Beni culturali, ha un collegio di revisori nominato dalla Corte dei Conti, dal Mef e dal Ministero per i Beni culturali, quindi se ci sono problemi come quelli evidenziati le autorità di controllo li valuteranno e, se emergeranno irregolarità, interverremo». Così il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, interpellato sullo scontro all'interno del consiglio di indirizzo della Fondazione Teatro San Carlo e sull'attacco del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca al sovrintendente Stephane Lissner per la nomina a direttore generale di Emmanuela Spedaliere.

«Sento sempre il presidente della Regione, la questione va affrontata in termini istituzionali», ha spiegato Manfredi. «Il nostro obiettivo - ha aggiunto - è quello di salvaguardare un'istituzione ultrasecolare, forse la più grande che abbiamo nella nostra città. Chiunque ha ruoli di responsabilità li ha per un periodo limitato, quello che conta è l'istituzione. Dobbiamo sempre perseguire la trasparenza nella gestione».