Napoli si candida a Capitale europea dello sport 2026. La decisione di presentare la candidatura è stata ufficializzata questa mattina in occasione della firma del protocollo d'intesa tra Comune di Napoli e Coni Campania per iniziative comuni tese allo sviluppo dello sport e alla diffusione della pratica sportiva tra i cittadini.

«La pratica è già partita», ha spiegato Sergio Roncelli, presidente Coni Campania. «Abbiamo organizzato il comitato promotore - ha aggiunto - che vede poche persone ma secondo me importantissime. Siamo sicuri che sfrutteremo il patrimonio delle Universiadi con gli impianti che sono stati messi a posto e di cui cercheremo di garantire la manutenzione. Già nelle prime riunioni stabiliremo una serie di eventi di avvicinamento a questo grande appuntamento. Sarà un'altra occasione per Napoli di mostrare al mondo le sue bellezze e le sue capacità organizzative».

Il sindaco Gaetano Manfredi, intervenuto alla firma del protocollo, in merito alla collaborazione con il Coni ha detto: «Abbiamo un grande patrimonio di impianti sportivi che va valorizzato, rafforzato, manutenuto e ben gestito. Per farlo la collaborazione con il sistema dello sport nazionale è fondamentale, quindi ci stiamo muovendo in questa direzione con un forte raccordo con il Coni, le Federazioni e gli sportivi napoletani per far sì che lo sport ritorni davvero ad essere al centro del futuro di questa città, che sia strumento di educazione, di inclusione ma anche di competizione e attrazione. È un grande impegno collettivo, avevamo assunto questo impegno come amministrazione e lo stiamo portando avanti».