NAPOLI. Il ministero della Giustizia ha delegato l'ispettorato per avviare accertamenti preliminari sul caso del permesso premio concesso a uno dei giovani responsabili dell'omicidio della guardia giurata Francesco della Corte, ucciso il 13 marzo 2018 davanti alla stazione della metropolitana di Piscinola, a Napoli. Il ragazzo è stato condannato, insieme agli altri due complici, a 16 anni e 6 mesi dal Tribunale dei minori di Napoli al termine del rito abbreviato. Al giovane è stato consentito di lasciare il carcere minorile di Airola, Benevento, per festeggiare i 18 anni. Le foto della festa sono state poi pubblicate sui social, suscitando l'indignazione dei familiari della guardia giurata. Gli accertamenti degli ispettori di via Arenula valuteranno la correttezza della procedura ed eventuali condotte disciplinarmente rilevanti .