NAPOLI. I ras e i narcos protagonisti dell’ultima faida di Pianura restano ancora dietro le sbarre, ma la dirompente inchiesta che il mese scorso ha portato all’azzeramento dei clan rivali Esposito-Marsicano-Calone e Carillo-Perfetto perde alcune, importanti tessere dopo il vaglio del tribunale del Riesame. I giudici della dodicesima sezione, pur confermandone la permanenza in carcere, hanno infatti alleggerito la posizione di alcuni degli indagati di punta e, in particolare, dei presunti capi delle piazze di spaccio, per i quali è stata esclusa l’accusa associativa.