ROMA. «Il solito show del presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, andato in scena domenica nel corso della trasmissione 'Che tempo che fa' in onda su Rai 3, è l'ennesimo episodio di evidente squilibrio dell'informazione operato dal conduttore Fabio Fazio. L'intervista a De Luca, senza alcun contraddittorio come invece imporrebbe il Servizio Pubblico, ha assunto dei toni piuttosto imbarazzanti, al punto tale che il governatore ha avuto modo di sostenere liberamente che la decisione assunta dal Governo di individuare la sua regione come zona rossa abbia lasciato delle 'zone d'ombra', quando invece è sotto gli occhi di tutti la situazione sanitaria della Campania. Non è la prima volta che tutto ciò accade nella trasmissione di Fazio. Già il 25 ottobre scorso, a dispetto di qualsiasi norma sul pluralismo, il conduttore aveva ospitato uno dietro l'altro tre esponenti appartenenti alla maggioranza di governo senza prevedere alcun membro dell'opposizione». Lo dichiara Luigi Casciello, deputato di Forza Italia, che ha presentato, insieme al capogruppo Fi in vigilanza Rai Giorgio Mulè, un'interrogazione al presidente e all'amministratore delegato della Rai per chiedere chiarimenti sui princìpi con cui vengono scelti gli ospiti della trasmissione a 'Che tempo che fa' e quali iniziative intendano adottare al fine di garantire il rispetto del pluralismo dell'informazione da parte della trasmissione. ''Domenica abbiamo assistito ad una scena surreale. Il conduttore Fabio Fazio, non solo bistratta la deontologia della professione giornalistica, ma infrange ogni regola di pluralismo. E questo non è più in alcun modo tollerabile», conclude Casciello.