NAPOLI. Dai Rolex ai Patek Philippe, entrambi di fabbricazione svizzera ma con i secondi che più facilmente si riescono a piazzare sul mercato nero. Così sta variando la caccia degli scippatori napoletani, specialisti senza rivali nel mondo, agli orologi di lusso indossati dai turisti in visita nella nostra città.